Ciò che più amo dello sport, è la sportività.

“Ci vuole più umiltà nei nostri momenti di successo che non in quelli di sconfitta” (John Dewey).

Ciò che più amo dello sport, è la sportività.

Sembra, però, che spesso si preferisca perdere tempo ed energie per tifare contro gli avversari, quando sarebbe più utile, edificante e sportivo, tifare per la propria squadra.

Detto questo: sono felice per il primo trofeo che la Torres femminile porta a casa in questa stagione 2012/2013: la Supercoppa Italiana. La quarta di fila, la sesta nella storia della Torres.

Sono felice per tutte le giocatrici, per i dirigenti e soprattutto per i tifosi che sono molti più di quanto si possa pensare, anche se disertano le tribune dello stadio.

Sono felice per la neo allenatrice Manuela Tesse, perché iniziare un nuovo percorso di vita e sport con un trofeo, dev’essere  una gran soddisfazione. Se tutto questo, poi, accade nella propria città di nascita e nella squadra in cui si è iniziato a giocare, dev’essere a dir poco entusiasmante.

Sono felice per Patrizia Panico, perché i 37 anni sono solo un numero sulla carta d’identità.

Sono felice perché la doppietta di Patrizia è dedicata a Rossella Urru, e dopo aver parlato con Rossella qualche giorno fa, sono certa che sarà felice anche lei.

Sono meno felice quando leggo commenti di personaggi che dovrebbero dedicarsi a un altro calcio: quello delle rivendicazioni, delle risse verbali e dell’essere “contro” a tutti i costi. Però non me la sento di biasimarli: sono abituati alle arene di calcio maschile, in cui se non ci si scorna con gli avversari, non si viene considerati abbastanza tifosi.

Sono felice perché so che le ragazze del Brescia non si lasceranno coinvolgere in polemiche sterili e risponderanno sul campo, con sportività e signorilità, come hanno sempre fatto.
Perché il calcio femminile è anche e soprattutto questo.

Complimenti alla Torres e complimenti al Brescia: ci aspetta un campionato molto più intenso dei precedenti, godiamocelo con passione e professionalità, ma ricordiamoci che è pur sempre un gioco, quindi…buon divertimento!

Elisabetta Tona (capitano) e Aldo Gallizzi (dirigente).

Fiorella Carboni: 22 anni e 10 trofei.

Annunci

Un pensiero su “Ciò che più amo dello sport, è la sportività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...